Archivi categoria: Curiosità e notizie

Nuovo concetto del deposito bagagli

Attrative woman with suitcase on whiteQuesto è un nuovo deposito bagagli esclusivamente per turisti, si trova nel pieno centro di Firenze fra piazza del Duomo e la Stazione SMN e precisamente in via dei Boni 5 rosso angolo con via dei Pecori.

Il deposito bagagli si chiama Left Luggage Florence, all’interno del nostro deposito possiamo sistemare comodamente circa 400 bagagli. Per la sicurezza dei nostri clienti provvediamo a chiudere il bagaglio con un sigillo di sicurezza unico e irripetibile, può essere usato una sola volta, ha un codice identificativo di sette cifre che garantisce l’inviolabilità del bagaglio stesso e ne impedisce la manomissione, questo servizio è gratuito. Sempre e solo per i nostri cleinti offriamo un servizio di ricarica batteria per qualsiasi dispositivo elettronico.

Con una piccola spesa,  questo nuovo servizio permetterà ai turisti in arrivo o in partenza da Firenze, di visitare la città e i musei di Firenze senza doversi trascinare il proprio bagaglio.

un euro ritagliat

Deposito bagagli a Firenze 1 euro l’ora

Finalmente potrete visitare Firenze senza l’ingombro del vostro bagagli, valigia, pacchi di acquisti fatti nelle ultime ore, in via Dei Boni al 5r di Firenze c’è un nuovo deposito bagagli che si chiama Left Luggage Florence che offre un servizio di deposito bagagli a una tariffa particolarmente vantaggiosa di euro 1,00 l’ora a bagaglio. Se lasciate il vostro bagaglio per più di 5 ore il prezzo diventa giornaliero ed è di euro 6,00 e in questo caso verrà regalata una bottiglietta d’acqua del valore di euro 1,50. Pertanto se volete visitare Firenze in tutta comodità e libertà, approfittate della vataggiosa opportunità che vi offre Left Luggage Florence, pensate che si trova a 200 metri da piazza del Duomo e a 500 metri dalla stazione Santa Maria Novella. Inoltre presso di noi trovere un servizio di ricarica delle batterie dei vostri apparecchi elettronici, cellulari, smartphone, ipad, tablet siamo i primi ed unici ad affrire questo nuovo servizio di “Battery recharge service” Di più non si può fare! Vi aspettiamo.

 

Storia del bagaglio e della valigia

Dalle bisacce alla 24 ore, dalle valigie di cartone al trolley: così è cambiato il bagaglio nei secoli. E con lui il nostro modo di viaggiare.

Possiamo iniziare questo artico come inizia una barzelletta che comincia così: Ci sono tre viaggiatori uno è scrittore polacco Ryszard Kapuscinski, un altro è l’attrice inglese Liz Taylor e il terzo è il patrono d’Italia san Francesco. Ognuno di loro ha con se un bagaglio. Il primo ha una padella e una cassa di libri. Il secondo un cucchiaio, una ciotola di legno e una bisaccia. Il terzo 110 valigie con dentro abiti, cosmetici e ogni altro ben di Dio. Indovinello: associate i “colli” al giusto personaggio. A ogni tipo di viaggiatore corrisponde infatti un diverso tipo di bagaglio (dal francese bagage, termine che indicava il convoglio carico di equipaggiamenti al seguito degli eserciti). L’evoluzione dei bagagli permette così di ricostruire il modo in cui si viaggiava in passato e soprattutto lo spirito con cui ci si spostava nelle diverse epoche. Nel Medioevo, per esempio, i nobili si facevano costruire mobili smontabili perché fosse possibile trasportarli negli spostamenti da un feudo all’altro. Nel ’700 non c’era famiglia aristocratica che non intraprendesse un viaggio con carrozze stracariche di bauli e cappelliere.

Ecco come abbiamo fatto le valigie nei secoli!

Continua la lettura di Storia del bagaglio e della valigia